Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 19 mar 2019, 16:57



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 >regolamento D1-10 Italian Rc Drift Series 2017 
Autore Messaggio
Drifter PRO
Drifter PRO
Avatar utente

Iscritto il: 09 ott 2010, 16:39
Messaggi: 1127
Località: Carmagnola(TO)
Modello: Meccanica: mst ms-01D rear motor rwd
motore speed pasion rev.pro mmm10,5
radio sanwa MT4
Messaggio >regolamento D1-10 Italian Rc Drift Series 2017
Official Rules D1-10 italian rc drift series Championship 2017

Official Rules D1-10 italian rc drift series Championship 2017

Categoria CS AWD ( tra parentesi differenze cat. RWD )

1-1 -Telaio
Ammessi esclusivamente modelli di categoria 1:10 onroad con motorizzazione elettrica e con carreggiata compresa tra 190-200 mm per come dichiarati dalla casa produttrice.
Se si intende utilizzare un telaio "muletto" in caso di rottura o altro durante la gara, questo deve essere dichiarato prima della fase di briefing in modo che i giudici possano effettuare gli accertamenti del caso per le esigenze meccaniche di categoria.
RWD: LIMITE MASSIMO DI PESO COMPRESO BODY, 1900 Gr

1-2 -Trasmissione
Ammessi tutti i modelli a cinghia e cardano con trasmissione quattro ruote motrici , con rapporto minimo di CS pari a 1,5 .
RWD ( Ammessi tutti i modelli a cinghia e cardano con trasmissione due ruote motrici posteriori )

1-3- Motore
Esclusivamente motori elettrici di categoria 540, brushless o motori a spazzole , minimo 10,5t brushless sensored , equivalente sensoreless e spazzole .

1-4 -Batterie
le batteria devono essere di tipo LIPO 2 celle o NIMH e Ni-Cd 6 celle.
LA BATTERIA, DEVE ESSERE POSIZIONATA ENTRO GLI ASSI ANTERIORE E POSTERIORE.

1-5 -Elettronica
CS 1,5> Non sussistono vincoli sull'elettronica legata all'ESC, ammessi tutti i valori a amperaggio (A), sono espressamente vietati tutti gli strumenti di assistenza allo sterzo come d-box e giroscopi di qualsiasi tipologia.
RWD ( Non sussistono vincoli sull'elettronica legata all'ESC, ammessi tutti i valori a amperaggio (A), è consentito l’utilizzo Di giroscopi atti a simulare il comportamento reale dello sterzo )

1-6 -Gomme
le gomme sono decise dall'organizzatore della tappa specificando la gomma necessaria per la gara. In questo modo tutti avranno più o meno la stessa velocità garantendo maggior equità durante i twin.

1-6.1 -Cerchi
Vietati i cerchi Neri o comunque molto scuri che non abbiano almeno uno spicchio di un ¼ della superficie di colore bianco, il loro off-set non deve essere superiore della larghezza massima della scocca.

1-7 -Scocche
Obbligo di utilizzare carrozzerie in scala 1/10 repliche di auto reali a trazione posteriore o integrale, decorate in tema drift. Vietate le carrozzerie tipo touring o che riproducano modelli di auto a trazione anteriore.
Tutte e 4 le ruote nel loro punto più alto non possono sporgere dal punto più alto del passaruota a ruote dritte.
Alettoni e ogni genere di apendici aerodinamiche o estetiche non possono sporgere più di 2mm dalle misure laterali massime di ingombro della scocca.

1-8 -Pista
Non necessariamente tutte le curve di un tracciato possono essere prese in esame dai giudici, questi indicheranno all'inizio della gara quali sono i tratti presi in esame, nel caso di più sessioni possono essere variate le curve esaminate, tale variazione viene comunicata prima dell'inizio.

1-9 -Linea e sua determinazione:
I giudici designati , prima dell'inizio della manifestazione decidono la "Linea" e il conseguente posizionamento dei punti, tale linea non deve essere necessariamente il tratto piú breve per portarsi dall'inizio alla fine del tracciato, il piú fluido, o il piú ovvio, ma, in base alle peculiarità della singola pista, quello che i giudici reputano interessante, difficile, avvincente o particolare da percorrere.
In piú , i giudici , sempre in base alle peculiarità del tracciato , possono richiedere in punti ben determinati del medesimo , oltre a seguire la linea decisa, dei comportamenti specifici che possono essere premiati con un bonus in qualifica , da conteggiare nei 30 punti fisici ,questi per esempio possono essere un reverse entry , o uno scambio in velocità o in accelerazione dalla partenza.

1-10 -Partecipazione tappe:
In base alla quantità di tappe stabilite nel campionato, sono ammesse delle “tappe di scarto” per permettere la possibilità di saltare una determinata quantità di tappe senza compromettere il proprio campionato. Questo però non deve essere una scusa per non partecipare quando possibile. Il numero di tappe di scarto sarà equivalente al numero intero al numero di tappe totali/3 (<=30% delle tappe totali). Fino a 5 tappe 1 di scarto, da 6 a 8 tappe 2 di scarto e via così.
Ovviamente chi non usufruirà delle tappe di scarto avrà possibilità in più di far meglio nel campionato. Infatti verranno scartate il numero manche con punteggio peggiore in base alla quantità delle tappe di scarto del campionato.



2 BRIEFING

Il briefing viene effettuato una volta sola durante le fasi libere della tappa. Deve essere chiara la traiettoria da seguire senza alcun tipo di ambiguità.
La griglia di partenza viene stilata dai giudici in base all'ordine di iscrizione alla tappa. Il giorno della gara il pilota in lista deve presentare nuovamente la propria iscrizione di conferma presso la postazione degli Organizzatori.
Per ogni sessione viene stabilito un orario di inizio.
Fin dal turno del primo driver tutti gli altri devono essere pronti con le proprie auto e non utilizzare il radiocomando, e possono accedere al circuito solo quando chiamati.
Da quando viene chiamato, il pilota ha tempo 60 secondi per presentarsi in griglia di partenza.
Nel caso in cui un driver non fosse pronto può richiedere 5 minuti di attesa, la richiesta può essere effettuata una sola volta nel corso della competizione; qualora il tempo non fosse sufficiente o qualora venga invocato più volte, il driver viene squalificato.
La partenza deve essere effettuata dal punto di start indicato dai giudici.

2-2 -Accesso al Drift twin
L'ordine di partecipazione a questa gara è dato dalla classifica del Drift Singolo, il numero di accessi per punteggio e quelli che vengono disputati con qualificazione, vengono dati dai giudici in fase di briefing.

2-3 -Giudizio
Al termine di ogni session viene comunicato al driver il punteggio totalizzato. Esempio 5-5, 6-4, 7-3 e cosi via.
Il giudizio dei giudici è insindacabile.

2-4 -Qualificazioni alle fasi successive
Al termine della sessione il giudice rende noto il punteggio elimando uno dei due concorrenti.


3- CARATTERISTICHE TECNICHE TRACCIATO

3-1 -Larghezza
Il tracciato deve avere sempre una larghezza compresa tra i 120 e i 200 cm.

3-2 -Bordi
Il bordo del tracciato nel punto di valutazione preferibilmente non deve essere sormontabile* dalle vetture con nessuna delle loro parti.
* Nel caso di utilizzo di cordoli in scala , tipo , team Tetsujin Kerb's o , linee di nastro a terra e simili , è ammesso salirci con il body/telaio , mai con le gomme (salvo casi particolari spiegati in fase di briefing), in tal caso verrá contata la penalitá per taglio pista .

2-3 -Altri vincoli
Le aree di punteggio dette Clipping point dovranno avere le seguenti dimensioni:
-15 cm di Larghezza e 20-30 cm di Profondità , per gli interni (rettangolo in direzione punto di corda che viene stabilito dai giudici ) , o “punto” o “linea” fino a 10 cm dal punto interno su cui passare con il body .
-da 20 a 30 cm di LARGHEZZA e 150 cm max di PROFONDITA (rettangolo) per singolo settore esterno (wallkiss);



-Punto partenza con posizioni sfalsate, il leader viene posizionato dietro il chaser (inseguitore) .
Questo , per favorire fin dalla partenza la minima distanza possibile tra leader e inseguitore , che partendo davanti , viene agevolato nel "copiare" e "accodarsi" al leader .
-Per la determinazione della Linea e sua valutazione , è possibile utilizzare segnalazioni a terra simili alle precedenti e, queste , verranno sempre ben precisate in fase di briefing .
-Il tracciato prevede un punto START ,un punto FINISH a circuito ‘aperto’ che prevede una zona di intermezzo (tra start e finish in cui , in tutte le fasi , è sempre vietato il sorpasso ) e , un tratto di ACCELERAZIONE , di qualche metro di lunghezza subito dopo lo Start , gli errori in questo tratto non vengono conteggiati , e se dovessero essere gravi , i giudici possono decidere di far ripetere la partenza.


4- TEAM ORGANIZZATORE TAPPA

4-1 -Obblighi
Il team organizzatore si impegna a sottoscrivere ed applicare il regolamento qui presente in ogni suo punto senza apporre variazioni. Qualsiasi variazione del medesimo regolamento annulla totalmente ed ufficialmente la gara disputata per non conformità con il D1:10.
Obbligo di nomina da parte del team di un responsabile, che sarà persona di riferimento per qualsiasi esigenza durante lo svolgimento di una gara.

In caso di organizzazione di una gara, il team ha l'obbligo di indicare chiaramente le seguenti informazioni e di riportarle telematicamente:
-Nome evento;
-Luogo (Paese,Indirizzo);
-Data;
-Eventuale limite al numero dei partecipanti;
-Indicazioni sul fondo della pista;
-Eventuali costi d'iscrizione;
-Gomme consigliate*;
-Orario di ritrovo;
-Orario inizio competizione;
-Servizi annessi;
-Foto location;
-Nome del responsabile e un suo contatto (mail, cell, ecc..);
-premiazione di tappa


*Il Team organizzatore è obbligato nella tappa di propria competenza a rendere pubbliche entro un mese prima dalla data evento la tipologia di gomme consigliate.

Il team organizzatore oltre ad allestire i tracciati, deve mettere a disposizione dei giudici designati il materiale idoneo a tracciare i punti fisici che verranno da essi scelti e posizionati.
Il team organizzatore è obbligato a condividere i risultati finali di ogni manifestazione rendendoli noti via telematica.
Sarà il team organizzatore libero nella scelta di come gestire premiazioni, ed il resto non incluso nel qui presente regolamento.
Il team che organizza può decidere autonomamente a quanti iscritti aprire le iscrizioni purché ogni partecipante iscriva se stesso sul forum di riferimento (www.rcdrift.it).
Il team organizzatore può iscrivere di default i membri del proprio team che crede (senza che ognuno iscriva se stesso) qual'ora non si preveda un tetto massimo di numero di partecipanti all'evento.
Sarà cura del responsabile del team iscrivere in lista pubblica i partecipanti del proprio team iscritti di "default".
Nel caso l'evento preveda un numero chiuso (scelta presa a totale discrezione del team organizzatore) tutti gli iscritti (team organizzatore compresi) dovranno iscriversi ciascuno per se stesso nel topic di riferimento.


5- GESTIONE FASI DI GARA E PARTECIPANTI

In base alla seguente tabella vengono effettuate le qualificazioni:
-numero piloti da n.8 a n.16 accedono i primi 6, gli altri piloti formano un secondo gruppo per determinare il 7° ed 8° posto per l'ingresso alla fase finale;
-numero piloti da n.16 a n.32 accedono i primi 14, gli altri piloti formano un secondo gruppo per determinare il 15° e 16° posto per l'ingresso alla fase finale;
-numero piloti da n.32 in poi accedono i primi 30, , gli altri piloti formano un secondo gruppo per determinare il 31° e 32° posto per l'ingresso alla fase finale;

Le qualifiche avranno sempre un unico turno.
Compatibilmente con gli orari imposti e dal numero di iscritti alla gara, gli organizzatori, hanno la facoltà di estendere la fase di qualifica a due turni.

5-1 Determinazione accoppiamenti dopo la fase di qualificazione su 16 piloti: ( gruppo A )

1-16
5-12
3-14
7-10
8-9
4-13
6-11
2-15

5-2 Determinazione accoppiamenti dopo la fase di qualificazione oltre i 16 (gruppo B)

15-30
19-26
17-28
21-24
22-23
18-27
20-25
16-29

5-3 Determinazione accoppiamenti dopo la fase di qualificazione oltre i 30 (gruppo C)

31-46
35-42
33-44
37-40
38-39
34-43
36-41
32-45

6- SVOLGIMENTO FASI DI GARA

6-1 Single drift

Minimo 2 giri giudicati , massimo 4
1 giro warm up (o giro giudicato nel caso di minimo 3 giri giudicati )
stop
1° o 2° giro giudicato
stop
2° o 3° giro giudicato

6-2 Guida pratica per la giuria:
ipotizzando di essere una ventina , si creeranno 2 gruppi da 10 per le qualifiche ( in caso di numeri piú elevati , si potranno fare piú gruppi sempre di circa 10 persone , che usufruiranno della pista di gara per delle prove libere in modo scaglionato , tipo 10 minuti un gruppo e poi 10 il secondo , mentre 10 girano si puó utilizzare il tempo per effettuare il briefing all'altro gruppo , nelle prove libere i piloti partiranno dallo start uno per volta , dandosi come distanza la lunghezza del tratto di pista definito di "accelerazione" , questo , per avere la possibilità di girare con pista relativamente libera e prepararsi al meglio alle qualifiche in Single Drift.
Dopo le prove libere si passa alla qualifica vera e propria , in cui il primo gruppo , gira nello stesso modo delle prove libere , diciamo per un 5 minuti , poi , allo scadere , tutti e 10 i piloti restano pronti e in attesa della qualifica , a bordo pista , Piloti e vetture , che verranno chiamati a schierarsi in base al numero vettura , ognuno per i suoi tre giri di cui 2 giudicati.
Questa procedura idealmente ,e, in base al tempo disponibile , verrà ripetuta 2 volte per 4 giri giudicati in totale , per permettere al drifter di ritoccare il setup tra i primi 2 giri e i successivi 2 , casomai lo reputasse necessario per cercare di migliorare la propria qualifica. Ai fini della qualifica , verrá tenuto buono , dei 2 o 4 giri effettuati , quello con il punteggio più alto.
Questo metodo , ha un duplice obiettivo , il primo è velocizzare i tempi morti , in quanto si ha sempre una decina di piloti pronti a partire per la qualifica e secondo , durante questa fase i piloti in attesa sono incentivati a seguire come pubblico le qualifiche , in quanto devono restare a bordo pista.
I tempi qui descritti sono puramente indicativi , e potranno variare a discrezione dei Giudici ( che li comunicheranno comunque prima di ogni session )in base al numero di piloti e al tempo disponibile.

6-3 Twin Battle drift
1 giro warm up* (il primo in qualifica sarà il leader)
stop
1° giro giudicato
stop
cambio posizione leader
1 giro warm up*
stop
2° giro giudicato

*se i tempi tecnici non lo consentono il giro di warm up non verrà effettuato.

6-4 Guida pratica per la giuria:
In fase di twin , la Giuria , deve chiudere la 2a pista se presente in occasione delle fasi finali (semifinale, finale e spareggi per ottenere dal 5° all'8° posto) , ed esorta tutti i piloti a seguire ed a tifare i twin. In piú , in base al tempo disponibile si puó prevedere una fase di 10 minuti di prove libere ( scaglionate in questo caso in base ai gironi di eliminatorie ) in cui invece di girare in singolo si gira in twin , cioé partiranno in twin i due che si troveranno appaiati allo start dando ai precedenti 2 la distanza del tratto definito di "accelerazione".
Poi , all'inizio dei gironi di eliminatorie in twin , si ripeterà con una fase di 5 minuti di prove di twin , seguiti direttamente dai twin di tutto il girone.
Naturalmente , tutti i drifter del girone rimangono a bordo pista con la vettura pronti per schierarsi , sempre per ridurre i tempi morti , ed essere esortati a seguire attivamente come pubblico i twin .
Come sopra , I tempi qui descritti sono puramente indicativi , e potranno variare a discrezione dei Giudici ( che li comunicheranno comunque prima di ogni sessione) in base al numero di piloti e al tempo disponibile.

6-5 One more time
Nel caso i giudici decretino un one more time, si procederà nel seguente modo:
1° giro giudicato
stop
cambio posizione leader
2° giro giudicato


7- PUNTEGGI PER CLASSIFICA CAMPIONATO D1:10

1° - 99
2° - 85
3° - 75
4° - 65
5° - 60
6° - 55
7° - 50
8° - 45
9° - 43
10° - 41
11° - 39
12° - 37
13° - 35
14° - 33
15° - 31
16° - 29
17-18° - 10
19-22° - 5
23-32 - 1

A tali punteggi verra' sommato un gettone presenza pari a 20 punti che non si scartera' nel conteggio delle tappe di scarto.
Il giudice che partecipa al campionato come pilota , nelle tappe in cui giudica ma non corre , avra' diritto al gettone presenza aumentato del 50% ( totale 30 pti ) .


1° in qualifica single – 8 punti
2 - 7
3 - 6
4 - 5
5 - 4
6 - 3
7 - 2
8 - 1

7-2 Metodo spareggi per punteggi finali twin battle:

-dal 1° al 4° con spareggio sistema semifinale e finale (4 turni totali).
-dal 5° al 16°/32° con calcolo punteggio acquisito in fase di qualifica single drift.


8- GIUDICI DI GARA

8-1 -Giuria
Per assicurare la massima equità e correttezza nei punteggi, occorre selezionare una giuria adeguata, in termini di esperienza e qualifiche, in modo da soddisfare i requisiti necessari.

La giuria è composta da 1 giudice di gara e 2 commissari di gara.

8-2 Specifica sui giudici:
a. Salvo casi particolari la giuria sarà composta sempre da tre membri della associazione D1:10.

b. Il giudice e i commissari di gara devono essere posizionati in modo da avere piena visuale di clipping point e del modello in ogni punto del percorso.

9- Ruoli

9-1 Giudice di gara:
Controlla che l'assegnazione dei punteggi rispecchi le linee guida qui espresse. Conta i 30 punti totali derivanti dai punti esterni e interni.

9-2 Commissari di gara:
Hanno due compiti principali. Uno giudica lo stile mentre l'altro le correzioni effettuate (sterzo instabile e movimenti netti del modello dove non richiesti)e gli errori.

9-3 Assistenti di gara:
Aiutano nella stesura dei punteggi dei giudici nella fase Drift Battle, non possono intervenire nel giudizio dei giudici in alcun modo. Si occupano della verifica tecnica dei modelli in gara, controllano la sicurezza e l'ordine nella competizione oltre che essere da supporto completo all'organizzazione del D1:10.

10- Linee guida per i giudici

10-1 Elementi valutati:
1- Velocità di ingresso
Nonostante la velocità in drift sia verosimilmente limitata, i partecipanti dovranno spingere al limite la velocità dei loro mezzi durante la derapata.

2- Linea
I giudici illustreranno prima della gara quale sarà - a loro giudizio - la linea ideale per la derapata.

3 – Sezioni punti valutate
Il punteggio vene convalidato quando la carrozzeria attraversa la sezione punti dall'inizio alla fine. Una entrata o una uscita prima o dopo l'inizio della sezione renderà nullo il punteggio della suddetta.

4 - Angolo di derapata e controsterzo
I giudici valuteranno l'angolo mantenuto dal mezzo durante il drift. Il valore massimo ammesso è 90°, sono previste penalità per angoli maggiori o reverse-entry se effettuati in punti del tracciato dove non sono stati espressamente richiesti dalla Giuria stessa. Ancora più importante è l'angolo di Countersteer, ovvero verrà giudicato maggiormente la quantità di controsterzo durante la curva. Maggiore è il controsterzo, maggiore sarà la valutazione (vedi figura in ultima pagina).

5 - Spettacolarità
La giuria valuterà anche l'impegno del pilota e le tecniche messe in atto durante la gara, senza danneggiare l'avversario. Una condotta di guida scorretta o palesemente a danno dell'avversario sarà penalizzata.

10-2 -Punteggi in qualifica

Per le qualifiche, ogni pilota partirà da un totale di 110 punti. Ogni imperfezione nella guida costerà una penalità in punteggio. Una qualifica perfetta equivale al punteggio intatto di 110 punti.

Ogni partecipante dovrà percorrere un minimo di due giri del tracciato, senza altri mezzi in pista. I vari elementi elencati sopra saranno valutati dalla giuria e le penalità verranno dedotte dai 95 punti del pilota.

10-3 Punteggi con unione punti con monte 110 tra interni, esterni, overall e style:

0-30 punti Clipping interni esterni
0-65 punti Overall
0-15 punti Style


Consiglio per la giuria:
I Giudici , in fase di posizionamento dei punti fisici , dovrebbero cercare ( ovviamente in base anche alle caratteristiche della pista che troveranno) di prediligere i punti sugli esterni perché normalmente sono quelli che permettono una piú lunga percorrenza 'dentro il punto' ,e quindi sono piú spettacolari per il pubblico e piú belli e impegnativi da guidare per i drifter.

10-4 *Overall
I piloti hanno 65 punti in partenza che si riducono se non vengono rispettate le seguenti caratteristiche:
-drift nella linea ideale tracciata dalla giuria nella fase briefing
-angolo derapata (troppo elevato o troppo ridotto rispetto a quanto chiesto dai giudici ) -10
-velocità -10
-No drift -10
-Scomposizione della vettura in drift -10
-correzioni lievi dello sterzo , senza scomposizione della vettura -2
In qualifica un errore grave (-15 punti ) per singolo giro comporterà l'azzeramento dei 65 punti di overall per il giro in esame , sulla tabella punteggio verrà riportato giro a zero con seguente specifica :

“0/360” per 360
“0/TG” per taglio pista
“0/UR” per urto evidente con il bordo pista

I punti di Style verranno tenuti in considerazione per il posizionamento in griglia per le fasi di Battle.

10-5 -Punteggi in Battle

Una sessione consiste in un turno come auto inseguitrice e uno come auto inseguita. I mezzi partiranno da piazzole definite a una lunghezza di distanza.


10-6 -L'auto inseguitrice
Durante la sfida l'auto che segue è l'inseguitrice. Il pilota deve sfruttare la sua tecnica di drifting per rimanere il più possibile vicino in modo da mettere pressione all'avversario e spingerlo all'errore. Per questo motivo l'inseguitore deve dimostrare qualità di guida superiori che gli permettono di mantenere la derapata e contemporaneamente seguire lo sfidante.
La traiettoria è secondaria, in quanto l'obiettivo principale è copiare i movimenti dell'auto che precede, a meno che questa mostri scarse capacità di guida, nel qual caso l'inseguitore può seguire traiettorie diverse andando ad avvicinarsi ai punti di corda come nelle qualifiche.
Se l'inseguitore non riesce a mantenere il passo dell'avversario, la sua tecnica è considerata inferiore e riceverà penalità per aver "perso il contatto" con lo sfidante.
Se questo è dovuto a una minore potenza del mezzo, l'inseguitore può ridurre il suo angolo di derapata per aumentare la velocità, anche se ciò può andare a discapito del punteggio assegnatogli per lo stile di guida e in nessun caso é consentito il taglio di traiettoria. In nessun caso, l'auto inseguitrice può toccare quella che la precede disturbandone la traiettoria.
Ogni incidente che influenzi la derapata dell'auto inseguita implicherà la decisione della giuria che valuterà se ripetere la sessione di battle o assegnare automaticamente la vittoria all'auto colpita.




10-7 -L'auto inseguita
Quando il pilota è impegnato come inseguito, il suo obiettivo è percorrere il tracciato seguendo la linea ideale tracciata dai giudici ad inizio gara, alla massima velocità possibile mantenendo un alto angolo di drift, cercando di distanziare e distrarre l'auto che segue.
Anche se il pilota non riesce ad allontanarsi dall'inseguitore, ma dimostra comunque una migliore tecnica di guida, la giuria gli assegnerà un punteggio più alto.
Tentativi di confondere e distrarre l'avversario, sempre mantenendo una guida pulita e una traiettoria ideale, saranno valutati da giudici (in positivo o in negativo a seconda della situazione).
E' importante sottolineare che le linee guida qui espresse sono generali e finalizzate a "educare e formare" piloti e giudici. Non forniscono una prova indiscutibile dei punteggi e non devono essere utilizzate per confrontare i risultati di due diverse competizioni. Il drifting è una disciplina valutata in modo soggettivo e la giuria di un evento rappresenta l'Autorità; le sue decisioni sono per questo motivo insindacabili.

10-8 -Punteggi fase Battle:

In fase battle, ogni giudice visionerà la gara nella sua completezza e in modo soggettivo, sempre tenendo conto comunque delle traiettorie , valutando in maggior modo la spettacolarità di guida, pulizia e vicinanza.
Alla fine delle due fasi di twin, i giudici devono decretare quale dei partecipanti al twin è il vincitore.
In caso di twin combattuto il giudice può anche richiedere una nuova run di twin battle (One More Time)
Casi:
-giudice 1 vota auto 1, giudice 2 vota auto 2, giudice 3 incerto :OMT
-giudice 1 incerto, giudice 2 incerto, giudice 3 sicuro: OMT
-giudice 1 vota auto 1, giudice 2 vota auto 1, giudice 3 incerto: vince auto 1
-giudice 1 vota auto 2, giudice 2 vota auto 2, giudice 3 incerto: vince auto 2

Il punteggio espresso per ogni session è di 10 punti da spartire da leader e chaser , la somma dei punteggi delle due sessioni decreta il pareggio o il vincitore della manche , tale punteggio Deve essere espresso dai giudici dopo ogni singolo giro di Battle.

11- Esempi di assegnamento punteggi
Nel caso l’inseguitore, seguendo bene la traiettoria e con una vicinanza non inferiore a una lunghezza dal leader che, effettua un giro mantenendo traiettoria e velocià il punteggio sarà di 7-3, che andrà a diminuire in base alla distanza.

11-1 -Sorpasso
a. Lo scopo dell'auto inseguitrice non è il sorpasso, ma la replica dei movimenti dell'avversario. Il sorpasso è vietato, ma , ammesso solo se per esempio l'auto di testa perde il controllo o esce in modo evidente dalla traiettoria ideale. Ulteriori variabili di penalizzazione in merito al sorpasso verranno illustrate durante la fase di briefing sulla planimetria del circuito.
In caso di urto – collisione grave del leader il chaser può sorpassare e concludere la run sempre senza fare errori.

11-2 -Velocità, angolo di derapata, punti di corda

a. Velocità

a1. Movimenti inconsueti, per esempio delle "pause" durante la derapata, saranno penalizzati.
a2. Le perdite di velocità dovute a ingressi in curva errati o troppo veloci, saranno penalizzate.
a3. Sbandate incontrollate (simili al punto precedente) che portano l'auto fuori dalla traiettoria, saranno penalizzate.

b. Angolo di derapata

b1. E' imperativo driftare al massimo angolo con maggiore controsterzo possibile, tenendo conto sempre della reale traiettoria di angolo e controsterzo in base alle curve affrontate.(vedi immadine sotto)
b2. I piloti saranno penalizzati se mantengono angoli ridotti in sezioni del tracciato dove è possibile mantenere una sbandata accentuata.
b3. I mezzi dovranno sempre essere in drift, curve affrontate in aderenza saranno penalizzate.

c. Punti di corda e altro

c1. Tanto più un pilota rimane vicino ai punti di corda e ai delimitatori della pista, maggiore sarà il punteggio. Sono previsti punti bonus per manovre particolarmente spettacolari.
c2. L'inseguitore è generalmente responsabile per ogni collisione (ovviamente ogni caso sarà da valutare separatamente).
c3. I piloti sono tenuti a spingere al limite i loro mezzi e dare spettacolo. Qualora il drift risulti noioso, poco entusiasmante o palesemente inferiore alle possibilità di pilota e mezzo, i giudici potranno assegnare una penalità.
c4. Se le due vetture si allontanano, saranno valutate individualmente. Rimane compito dell'inseguitore riprodurre traiettorie e movimenti dell'auto in testa.

11-3 -Penalità

Lo scopo ultimo dei piloti è sempre quello di portare al limite le auto e dare spettacolo. Punti extra possono essere assegnati per sessioni particolarmente entusiasmanti.

Penalità

a. Pesanti -15
- Collisione con il bordo pista netta
- Taglio pista
- Testacoda
- Mancato drift (curva in aderenza)

b. Medie -10
- Sbandata incontrollata
- Mancata Linea
- Mancato Drift breve
- Reverse-entry dove non specificatamente richiesto
- Angoli troppo elevati che causano rallentamenti dove la linea non li richiede
- Angolo di derapata ridotto
- Ingresso in curva errato/troppo veloce
- Comportamento in drift non fluido , minime pause

c. Leggere -2
- Correzioni sterzo senza scomposizione vettura

-
12- SQUALIFICA PILOTA

Qualora durante le fasi di gara e/o di prova sia in single che twin drift, il pilota, crei interruzioni volontarie al proseguimento della manifestazione, crei situazioni di contrasto tra i concorrenti, quest'ultimo subirà un primo richiamo verbale. Al secondo richiamo il pilota verrà squalificato dalla gara in corso e verrà relegato all'ultima posizione della classifica di tappa.
Un esempio pratico di richiamo avviene nel caso di un pilota che sorpassa tutta la fila dei concorrenti nella fase a twin/single in gruppo.
Questa penalità grave viene imposta a tutti i partecipanti per evitare comportamenti scorretti ed irrispettosi nei confronti degli altri piloti e dell'Organizzazione dell'Italian D1-10.

- 12-1 PARKING RACE
Box di parcheggio , 90x23cm , verra' allestito un piccolo percorso per affrontare il parcheggio , il box sara'
delimitato frontalmente da nastro colorato a terra , ai fini del parcheggio si procedera' alla misura se la vettura vista dall'alto risulta completamente dentro tale spazio delimitato ( non dovra' sporgere fuori dalla linea a terra ) , non avra' toccato o sara' in appoggio sui bordi del box , la misura verra' presa frontalmente tramite apposito foro posto centralmente al muro che delimita la profondita' del box di 23cm.
- Dopo un numero adeguato di prove , ogni pilota partecipante avra' tre parcheggi misurati per decretare il vincitore del Parking Race .
-
- 12-2 TANDEM RACE
- Le regole sono le stesse del campionato con le seguenti modifiche :
- Prove libere in tandem .
- Qualifica in tandem
- Girone a eliminazione diretta in tandem ( o con un ripescaggio a seconda del tempo disponibile )
- Giudizio : ogni giudice esprimera' un voto da 1-5 per i seguenti fattori :
- 1-5 Linea
- 1-5 Style
- 1-5 Velocita'
- La somma dei voti espressi dai giudici decretera' la posizione in qualifica o il passaggio della coppia negli scontri diretti . In caso di parita' si procedera' ad un one more time.

13- DECLINO DELLE RESPONSABILITA’

Gli organizzatori di ogni evento declinano ogni responsabilità riguardante danni subiti o causati da o a terze persone o cose durante lo svolgimento della manifestazione.
Ogni partecipante sarà quindi responsabile in prima persona di danni causati o subiti ad altri partecipanti e/o a terze persone.

Riconoscimenti:
www.d1-10.com

Official Rules
Italian D1:10 RC Drift Championship 2017


scarica regolamento aggiornato 2017


Allegati:
regolamento-D1-10-aggiornato-2017.doc [497 KiB]
Scaricato 50 volte
13 set 2017, 11:20
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010